STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
L'incontro con LauraMarikaLA NOSTRA PRIMA SCOPATA IN CAMBella, ricca e sfondatala camerierasempre a gambe aperte...Sono una vera bisex ?Lei troia e io cornuto contento/2
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Il mio giovane boss
Mi Chiamo Chiara sono una ragazza di 36 che da quando ha finito le superiori lavora come segretaria in una piccola ditta nonostante sia una bella ragazza 170 cm 45 kg una bella terza e dopo tanti sforzi in palestra un bel culetto.
Di recente il mio titolare ha lasciato la ditta in mano a suo figlio un bel ragazzo di 26 anni.
Dopo mesi di duro lavoro stavano finalmente arrivando la mia vacanza che avevo organizzato con una mia amica a mikonos, sfiga volle che ho sbagliato il bilancio e marco il mio capo si è incazzato talmente tanto che mi ha rovocato le ferie finchè non avessi sistemato tutto, non avevo altra scelta o sistemare il bilnacio o cercare di farmi DARE le vacanze lo stesso.
I seguenti 3 giorni mi vestii da vera troia per cercare di addolcire il mio boss ma lui niente sembrava che godesse nel vedermi troia ma non mi diede nessuna soddisfazione.. avevo a disposizione solo il quarto giorno l'ultimo mi misi in tenuta da stra zoccola microcamicia bianca sbottonata ad arte gonnellina a pieghe che finiva appena sotto il culo sandaletto con tacco da 12 senza reggiseno e microperizoma. appema marco arriva in ufficio mi vede e vedo un primo segno di cedimento infatti resta come un imbecille a guardarmi per 5 min. io assecondai la sua vista... per tutto il giorno non successe niente finito l'orario di lavoro eravamo in 3 marco io e andrea 52 anni e abdul 19 anni i magazzinieri che però erano nel magazzino in fondo al capannone. Finisco il mio bilancio e lo porto da marco entro mi fa sedere guarda il mio lavoro e poi dice beh chiara vedi che incazzandosi qualcosa fai? hai finito il tuo lavoro e ti sei pure vestita da puttana per farti scopare io rimango di merda impietrita balbetto qualcosa mentre marco va a chiudere le porta appena mi giro e mi trovo marco con il suo cazzone duro 20 e passa centrimetri in mano neanche il tempo di dire qualcosa che me lo ritrovo tutto in gola marco mi urla succhia puttana è tutta la settimana che ti vesti da troia succhia cazzi e adesso te ne do quanto ne vuoi puttana. appena ho sentito quelle parole mi sono messa a succhiare con una foga che non ho mai avuto, marco mi ha preso la testa tra le sue mani e ha incomiciato a fottermi la bocca con una violenza incredibile intanto io mi massaggiavo il clito e mi penetravo con 3 dita ad un certo punto marco si ferma mi prende per i capelli mi tira su di e mi caccia tutta la sua lingua in bocca con una mano mi strappa la camicia facendo sballonzolare fuori le mie tettone e con l'atra si muove sapientemente tra le mie cosce in preda all'eccitazione gli urlo di sfondarmi che sono la sua puttana neache il tempo di finire che mi prende di peso mi porta sulla sua scrivania e mi butta a pancia in giù e senza tanti complimenti me lo sbatte dentro in un colpo solo cominciando a pomparmi con colpi ritmati e potenti sentivo le sue palle sbattermi sulla figa e questo mi eccittava da dammti mi sentivo una vera troia dopo che sono venuta marco tira fuori il suo cazzo ancora duro e fradicio dei miei umori e lo punta sul mio buchino non era vergine però era da un pò che non veniva esplorato gli dissi di non farlo ma lui incurante delle mie parole con un colpo ben assestanto fa sparire il suo cazzo nel mio culetto lancio un urlo lacerante piangevo mi sentivo svenire mi faceva un male incredibile mi sentivo spaccare in 2 sembrava che il suo uccellone mi arrivasse fino in gola dopo un paio di miniti il dolore lascia strada al paicere e comincio io a muovere il mio culetto verso il suo cazzo appena lui vede che mi piace comincia a riempirmi di insultiio vengo un altra volta marco dopo 20 min che mi stantuffava toglie il suo cazzo me lo caccia in bocca e viene su tutto il mio viso e sulle tette mi ordina di pulirgli il cazzo con la lingua e poi di seguirlo gli chiedo di rivestimi e pulirmi si gira mi tira una schiaffo e mi dice yu sei la mia puttana e fai quello che dico io quindi adesso mi segui e stai zitta!! io lo seguo ero preoccupata perche non sapevo cosa voleva fare e imbarazzata perchè stavo girando per la ditta vestita solo coi sandali il mascara che mi colava per il pianto e piena di sborra calda ovunque.
Marco mi porta in magazzino mi dice aspetta qui chiama andrea e abdul dicendo ragazzi quest'anno siete stai bravissimi e vi meritate un premio peò c'è lo dividiamo in 3 a quasto punto ero terrorizzata non l'avevo mai fatto in più persone marco mi prende per la mano mi porta davanti ai 2 che non credevano ai loro occhi di vedermi nuda e ricoperta di sborra marco mi fa mettere in ginocchio e mi infila il suo cazzo in bocca andrea a abdul si avvicinano estrendo i lori cazzi andrea ha un cazzo normale mentre abdul da vravo tunisino ha una palo enorme che si avvicina ai 30 cm e mentr me lo mette in bocca mi dice neanche le puttane se lo fanno mettere in culo da me da quant'è grosso ma oggi tu proverai il questo piacere a queste parole mi riempio di un misto di terrore ed eccitazione provo a reagire ma non c'è la faccio ognuno mi prende la testa per farmi leccare il suo cazzo ad un certo punto sento marco che fa entrare ancora il suo cazzo in me è bellissimo ho 3 cazzi tutti per me sono in estasi anche se le parole di abdul ogni tanto mi ritornano in mente andrea dice a marco adesso la prepariamo si distende sotto di me e senza tani problemi mi penetra marco capisce e poco dopo mi infila i suoi 20 com nel culo, mi sento una vera vacca ho 2 cazzi che mi scopano e ne lecco uno enorme che non riesco a far entra in bocca abdul si innervosisce perchè vorrebbe un pompino fatto bene mi afferra per i capelli e a forza lo fa entrare sento la bocca scoppiare intanto marco a tolto il suo cazzo dal mio culetto aiutato da andrea lo fa entrare nella mia fighetta che si ritrova ad essere trapanata da 2 cazzi contemporaneamente.
Andrea e marco vengono quasi insieme si spostano sfiniti e io mi ritrova in balia da abdul che non appena vede campo libero si getta sulla mia patatina nella quale trova strada abbastanza facile perchè marco e andrea mi hanno allargata a dovere il tunisino a questo punto comincia a stantuffarmi con una foga incredibile incazzato perchè non era stato lui a devastarmi la figa, marco gli urla se la figa è larga spaccagli il culo a quella puttana non l'avesse mai detto abdul si ferma di colpo e mi punta la sua cappella sul mio buchino io non voglio però andrea mi viene a bloccare così abdul può "lavorare" senza problemi dopo aver sputato sul mio sfintere comincia ad esercitare una pressione sempre crescente finchè con un bel colpo la cappella finalmente entra io lancio un urlo se prima marco mi aveva fatto malissimo questo è indescrivibile comincio a piangere lo prego di non farlo ma lui senza pietà comincia a spingere i suoi 30 cm dentro di me dandomi colpi sempre più forti come con marco il dolore lascia spazio al piaceree il mio culetto comincian a muoversi verso il suo bacino venti minuti dopo finalmente abdul viene innondandomi il culo di sborra araba.
Sono sfinita ho il culo in fiamme però sono veramente soddisfatta andrea e marco si rivestono e se ne vanno dicendomi però che non sarà l'ultima volta e marco gli risponde eh no questa troia è roba mia se lavorerete bene ve la farò scopare ancora.
i 3 se ne vanno lascandomi nuda e felice nel pavimento del magazzino.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 90): 7.01 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10